STORIA : L’allevamento Haflinger La Tordela

 

L’allevamento Haflinger La Tordela

L’allevamento Haflinger La Tordela nacque nel 1969, quando fu acquistata la prima fattrice Haflinger, ALPENROT, che all’epoca spiccava per la sua bellezza e modernità. Era figlia dello stallone Fritz-Meran, nato nel 1943 e della fattrice Diva, nata nel 1948.
Alpenrot fu la capostipite dell’allevamento La tordela, partorendo ogni anno ottimi puledri, per lo più femmine. Con questa fattrice si sviluppò l’allevamento, e negli anni seguenti furono acquistate altre fattrici altrettanto prestigiose, fino ad arrivare ad un totale di 40 cavalle.

Nel 1974 fu anche aperta la stazione di monta, dove proprio in quell’anno lavorò lo stallone VETTORE, nato da Sala Aurelio, in provincia di Sondrio, figlio dello stallone Tat (nato in Austria) della linea di sangue T, ormai estinta. Il tasso di fecondazione costava 4000 lire più Iva, soltanto 2 euro dei giorni nostri. Negli anni seguenti si susseguirono stalloni sempre più prestigiosi, tra cui ricordiamo Brillante e Nearco.
Dopo anni di attività, l’allevamento chiuse nel 1987, quando per motivi di gestione dell’azienda fu deciso di portare avanti l’azienda vitivinicola, dedicando maggior tempo ai vigneti e alla produzione di vino.

Riapre nell’ottobre 2013, quando per i 90 anni del nonno, fondatore dell’allevamento nel 1969, vengono regalate Lavinia-F e la sua puledra Tahira. L’allevamento, con la nuova generazione, vede di nuovo il successo, portando in mostra le due cavalle, con ottimi piazzamenti nelle mostre di morfologia, sia regionali, interregionali che nazionali.
Dopo due anni dalla riapertura dell’allevamento, le nostre fattrici vengono affiancate da quelle della famiglia Raschetti, della provincia di Sondrio, portando alla fusione di due allevamenti storici.
Ora Haflinger La Tordela & Haflinger Raschetti hanno ottime fattrici e con tanta passione e amore allevano al meglio questa razza.

haflinger